SILVANA SOTTOTETTI

Thumbnail of Photo Number 41

“Mamma pecora brianzola”, biro, pennarello e acquarello su foglio doppio, 48 x 33, 2012, opera pubblicata sul “Giornale di Voghera” del 10/4/2014

Thumbnail of Photo Number 42

“I quattro cavalli”, olio su tela con costa dipinta, 100 x 80, 2006 , opera pubblicata sul “Giornale di Voghera” del 28/9/2006. Scelta per locandine e inviti della mostra “Quasi 59” (30 settembre-7 ottobre 2006) presso il Centro “Adolescere” di Voghera”.

Thumbnail of Photo Number 44

“Bisonti nel Wyoming”, olio e pennarello su carta, 50 x 35, 2012, opera pubblicata sul “Giornale di Voghera” dell’ 8/11/2012

Thumbnail of Photo Number 45

“Il procione”, pennarello su cartone bianco lucido, 50 x 35, 2012.

Thumbnail of Photo Number 46

“I Rhodesian Ridgeback, cacciatori di leoni”, olio e pennarello su tela con costa dipinta, 80 x 80, 2012, opera pubblicata sul “Giornale di Voghera” del 25/10/2012. Scelta per inviti e locandine della mostra “Animali 2002-2012” (3-11 novembre 2012) presso la Sala Pagano di Voghera.

Thumbnail of Photo Number 48

“Il falco”, olio, pennarello e carboncino su cartone beige, 33 x 49, 2012. - Ecco cosa possiamo imparare dal falco, secondo la tradizione dei Pellirosse: con l’attenzione e la concentrazione siamo in grado di ottenere (magari in modo imprevedibile) quello che ci aspettiamo dalla vita o comunque schiarirci le idee.

Thumbnail of Photo Number 62

“Toro Piemontese” (studio), acquarello e pennarello, 56 x 42, 2012, opera pubblicata sul “Giornale di Voghera” del 10/1/2013.

Thumbnail of Photo Number 63

“Il cigno svedese”, acrilico e pastello su carta, 50 x 35, 2008, opera pubblicata sul “Giornale di Voghera” dell’11/6/2009 - Secondo i Pellirosse il cigno ci insegna a perseguire l’obiettivo di andare oltre le apparenze, ad aprire mente e cuore per conoscere e per meditare in modo da risolvere con l’intuizione i nostri problemi.

Thumbnail of Photo Number 64

“Illustrazione per ‘Lotto del gufo” (“Giornale di Voghera” del 16/7/2009), pennarello in bianco e nero, 19,5 x 30, 2008 - Secondo i Pellirosse, come il gufo vede anche al buio, anche noi possiamo percorrere sentieri sconosciuti: questo animale ci insegna a contare sulla perspicacia.

Thumbnail of Photo Number 65

Illustrazione per ‘Lotto della donnola’” (“Giornale di Voghera” dell’1/10/2009), pennarello, 19,5 x 30, 2009. - Secondo i Pellirosse la donnola ci insegna che se combattiamo con tutte le nostre forze per uscire da una situazione preoccupante o risolvere un problema spinoso, non possiamo fallire. E’ importante acquisire lucidità di giudizio e perseguire la chiarezza come obiettivo primario.

Thumbnail of Photo Number 66

“Tartaruga scatola (Terrapene carolina)” (studio), pennarello e grafite, 30 x 21, 2012, opera pubblicata sul “Giornale di Voghera” del 19/4/2012, € 70. - Secondo i Pellirosse la tartaruga ci suggerisce la ricetta per una vita serena: conoscere noi stessi e il nostro prossimo, distinguendo chi è sincero da chi finge.

Thumbnail of Photo Number 67

“Illustrazione per ‘Lotto del ragno” (“Giornale di Voghera” del 22/10/2009), pennarello acquerellato in tricromia, 30 x 20, 2009. - Ed ecco la saggezza dei Pellirosse. Il ragno ha otto zampe e otto è il simbolo dell’infinito; quindi, imparando da lui, possiamo tessere la nostra vita come meglio crediamo, sperimentando, ma evitando di restare imprigionati nella tela delle illusioni. Il ragno ci invita a costruire con senso di responsabilità il nostro destino.

Thumbnail of Photo Number 68

“Illustrazione per ‘Lotto dell’orso” (“Giornale di Voghera” del 19/11/2009), pennarello, in bianco e nero, 21 x 30, 2009. - Secondo i Pellirosse, l’orso ci invita all’introspezione per capire chi siamo e cosa vogliamo, al di là dei condizionamenti dell’educazione e dell’ambiente.

Thumbnail of Photo Number 69

“Illustrazione per ‘Lotto del lupo” (“Giornale di Voghera” del 17/6/2010), pennarello in bianco e nero su carta color avorio, 29,5 x21, 2009. - Secondo i Pellirosse il lupo ci insegna a cercare la solitudine per raccogliere idee e riflessioni, per arrivare alla nostra verità interiore; potremo così comunicare agli altri quello che abbiamo imparato.

Thumbnail of Photo Number 70

“Illustrazione per ‘Lotto della rana’” (“Giornale di Voghera” del 16/6/2011), pennarello in bianco e nero, 29,5 x21, 2009. - Secondo i Pellirosse, la rana ci suggerisce di purificare corpo e mente con la meditazione e il contatto con la natura (con l’acqua, in particolare).

Thumbnail of Photo Number 71

“Illustrazione per ‘Lotto dell’alce” (“Giornale di Voghera” del 2/12/2010), pennarello in grigio, nero e blu su carta color avorio, 29,5 x21, 2009/2010. - Secondo i Pellirosse l’alce ci insegna a ripercorrere con la mente il cammino fatto nella nostra vita per constatare che, pur avendo commesso degli errori, abbiamo comunque passi in avanti.

Thumbnail of Photo Number 72

“Illustrazione per ‘Lotto della cornacchia’” (“Giornale di Voghera” del 21/1/2010), pennarello in bianco e nero, 219,5 x 21, 2010. - I Pellirosse credono che la cornacchia ci insegni a fare un bilancio della nostra vita per cambiare rotta, all’occorrenza, e per non ritrovarsi a rimpiangere di non aver dato una svolta alla nostra esistenza.

Thumbnail of Photo Number 73

“Illustrazione per ‘Lotto della lontra’” (“Giornale di Voghera” dell’18/2//2010), pennarello in bianco e nero, 21 x 19,5, 2010. - La lontra ci insegna, secondo i Pellirosse, a soppesare bene quello che abbiamo per goderne, per condividerlo e per non essere invidiosi di chi ci sembra più ricco di noi.

Thumbnail of Photo Number 74

“Illustrazione per ‘Lotto del falco” (“Giornale di Voghera” del 4/3//2010), pennarello in bianco e nero, 19,5 x 29,5, 2010.

Thumbnail of Photo Number 75

“Illustrazione per ‘Lotto della farfalla’” (“Giornale di Voghera” del 22/4/2010), pennarello in bianco e nero su foglio doppio color avorio, 29,5 x 21, 2009. - Secondo i Pellirosse la farfalla ci insegna a seguire la strada indicata dal cuore per avere lucidità mentale e prontezza nell’affrontare le incognite del cammino intrapreso.

Thumbnail of Photo Number 76

“Illustrazione per ‘Lotto dell’istrice” (“Giornale di Voghera” del 20/5/2010), pennarello, 29,5 x21, 2010. - Secondo i Pellirosse l’istrice ci fa capire che dobbiamo recuperare la nostra perduta semplicità di bambini e godere delle piccole cose, quando abbiamo la possibilità di farlo. Con le persone che amiamo, poi, la spontaneità è d’obbligo: nascondere la propria personalità non è certo un atto di coraggio.

Thumbnail of Photo Number 77

“Illustrazione per ‘Lotto del corvo’” (“Giornale di Voghera” del 7/10/2010), pennarello su carta in bianco e nero, 21 x 29, 2010. - Secondo i Pellirosse il corvo ci insegna che con la meditazione ciascuno di noi può scoprire uno spazio magico dentro di sé.

Thumbnail of Photo Number 78

“Illustrazione per ‘Lotto del pipistrello” (“Giornale di Voghera” del 28/10/2010), pennarello acquerellato in tricromia, 29,5 x 21, 2010. - Secondo i Pellirosse il pipistrello ci insegna che abbandonare le nostre abitudini e tagliare i ponti con quello che non ci dà più nulla può farci letteralmente rinascere; se il prezzo da pagare è la solitudine, poco importa.

Thumbnail of Photo Number 79

“Illustrazione per ‘Lotto del tacchino’” (“Giornale di Voghera” del 23/12/2010), pennarello in bianco e nero su carta, 21 x 29, 2010. - Secondo i Pellirosse il tacchino ci insegna ad essere generosi, a condividere ciò che abbiamo: non ci impoveriremo, anzi, ne ricaveremo davvero molto.

Thumbnail of Photo Number 80

“Illustrazione per ‘Lotto dell’aquila” (“Giornale di Voghera” del 1/9/2011), pennarello e china in bianco e nero, 29,5 x 19,5, 2010. - Secondo i Pellirosse dobbiamo imparare dall’aquila a volare sempre più in alto. Come? La vita ci offre molte occasioni per aiutarci a raggiungere i nostri scopi; chi sa coglierle, è destinato a fare grandi progressi.

Thumbnail of Photo Number 81

“Il tasso”, pennarello, acrilico e grafite, 50 x 35, 2011, opera pubblicata sul “Giornale di Voghera” dell’8/12/2011. - Secondo i Pellirosse il tasso è collegato al bisogno di rendersi conto delle proprie carenze interiori e di non scaricare la colpa sugli altri per trovare giustificazioni: modificare la propria vita è possibile, se lo si desidera con forza.

Thumbnail of Photo Number 82

“La lince a caccia”, china, pennarello e acquarello, 32 x 24, 2012, opera pubblicata sul “Giornale di Voghera” del 15/3/2012. - Secondo i Pellirosse la lince è collegata all’ascolto della propria voce interiore, alla scoperta di segreti mediante il sogno, all’attenta osservazione degli eventi da cui ricavare preziose informazioni.

Thumbnail of Photo Number 83

“Balena pilota”, china, grafite e pennarello acquerellati, 30 x 21, 2012, opera pubblicata sul “Giornale di Voghera”. - Secondo i Pellirosse la balena ci invita a scoprire quanto sia antica la nostra anima e quanto potrebbe insegnarci, se riuscissimo a ritrovare i ricordi apparentemente dimenticati e ad abbandonarci a questo patrimonio di emozioni.

Thumbnail of Photo Number 84

“Lucertola ocellata” (esercizio), pennarello acquerellato, 32 x 24, 2012, opera pubblicata sul “Giornale di Voghera” del 28/6/2012 - Secondo i Pellirosse la lucertola ci insegna che nessuno può essere se stesso lasciando sepolte nell’intimo delle zone oscure; attraverso i sogni siamo in grado di farle emergere e di vedere chiaro dentro di noi.

Thumbnail of Photo Number 85

“Testa di delfino”, acrilico e grafite, 50 x 35, 2011, opera incorniciata, pubblicata sul “Giornale di Voghera” del 3/11/2011. - Secondo i Pellirosse dal delfino dobbiamo imparare a liberarci delle tensioni e a puntare sulla disponibilità per costruire una vita serena nostra e per migliorare l’esistenza degli altri; il sorriso è l’arma vincente per trovare il giusto ritmo in ogni situazione.

Thumbnail of Photo Number 86

“Formica rossa” (studio), pennarello acquerellato in bicromia, 29,5 x 19,5, 2012, opera pubblicata sul “Giornale di Voghera” del 12/7/2012 - Secondo i Pellirosse la formica ci insegna la pazienza: saper aspettare può aiutarci a superare tante difficoltà e a dissolvere tanti dubbi. Ma conosciamo qualche vogherese paziente, per caso? E chi di noi non ha sempre fretta? Pensiamoci sopra e meditiamo altresì sul consumo degli psicofarmaci.